Winter wonderland

Spesso le lettrici chiedono consigli su come indossare la gonna o l’abito in inverno, alcune addirittura intendono rinunciarvi a causa del freddo e della voglia di scarpe confortevoli e calde, che non sarebbero ben abbinabili; in realtà gonne e abiti vanno facilmente d’accordo anche con stivali e stivaletti, e spesso possono risultare più caldi del classico paio di jeans o pantaloni.

In inverno è senza dubbio importante stare ben coperte, cominciando dalle calze. Alle più freddolose consigliamo di abbinare agli abiti dei collant di lana o di cachemire, facilmente reperibili nelle mercerie financo ai brand più di moda (ne ha proposti una bella selezione anche Max Mara).

https://i.pinimg.com/564x/21/52/c5/2152c56f33ef2e14ada4450febb10ab7.jpg

I collant di cachemire sono disponibili in diversi colori, ma vi consigliamo di acquistare i colori basici: nero e grigio, eventualmente blu o marrone scuro a seconda dei colori del vostro guardaroba; persino bordeaux o verde bosco per chi ama gli accostamenti più audaci. Le calze di cachemire sono veramente caldissime, non si smagliano, durano a lungo e sono molto confortevoli; ovviamente non lasciano un effetto velato e quindi sono adatte anche per i look più informali e comodi.

Certamente esistono anche le calze di lana, eventualmente nel formato parigine oltre al classico gambaletto; anche queste di prezzi contenuti. Per chi volesse fare invece un “piccolo investimento” duraturo, consigliamo come aziende: Wolford, Emilio Cavallini, Oroblù; con ottima qualità ed un prezzo certamente più concorrenziale, le calze di Calzedonia e Goldenpoint.

Altre opzioni sono costituite dai collant in microfibra pesante (120/150 denari) o in misto cotone: in entrambi i casi lo spessore è analogo a quello di un leggings.

Un’altra buona soluzione per combattere il freddo è appunto di indossare sotto la gonna i leggings alla caviglia, così da avere le gambe perfettamente schermate dal freddo; se amate gli stivaletti alla caviglia, lo “stacco” tra il leggings e la chiusura dello stivaletto potrà essere coperto con calzini decorativi, magari di texture particolari, da usare come ulteriore accessorio per la vostra mise.

Le gonne devono essere scelte tra quelle realizzate in stoffe prettamente legate al periodo invernale, come: lana, cachemire, velluto a coste, ciniglia, panno, velluto, lino pesante, o essere ben foderate.

Vi consigliamo di acquistare, o di farvi realizzare, una gonna in panno di lana che possa essere indossata tipicamente durante il giorno; una gonna in velluto a coste, per chi ama un look più rustico e decisamente inglese; e una gonna in velluto liscio per le occasioni più eleganti, da scegliere magari lunga e/o a pieghe, per un effetto davvero scenografico.

https://nowfashion.com/celine-ready-to-wear-fall-winter-2019-paris-27077/shots/1312411

Le gonne invernali ben si abbinanano ai maglioni, e mai come quest’anno ne troviamo per tutti i gusti.

Per chi ha decisamente tanto freddo, è possibile inserire sotto il maglione delle comodissime maglie di lana misto seta, che risolvono anche il problema degli eventuali maglioni che “pizzicano”: vi segnaliamo le fantastiche (benchè costose) maglie di Lisanza. Simili prodotti sono anche commercializzati da Oscalito.

I pesanti cardigan di lana ci vengono in soccorso per recuperare con intelligenza gli abiti primaverili: potete accompagnare l’outfit con una cintura particolare (anche per segnare il punto vita ed evitare l’effetto “cilindro”) e lunghi stivali in pelle e di certo il vostro abito sarà confortevole a tutte le temperature.

Per completare il nostro abbigliamento: via libera ad accessori come sciarpe, cappelli, guanti, foulard da allacciare al collo per proteggerlo con stile dal freddo, mantelle da portare sopra il cappotto o il piumino, e persino il tabarro.

Ai piedi, per stare calde, si mettono per eccellenza gli stivali, perfetti ad accompagnare le gonne midi e maxi. Sono belle anche le stringate, le richelieu che sostituiscono le ballerine, il tronchetto alla caviglia (da utilizzare di preferenza con una calza del medesimo colore, per dare continuità alla figura e scongiurare l’effetto polpaccio grosso) e perchè no, anche la classica Timberland da montagna (o anfibio chiaro di forma equivalente) che si può indossare con gonne di velluto a coste e calzini spessi di lana, per giocare un po’ con il look cottagecore. Potete trovare ulteriori suggerimenti sugli abbinamenti scarpa/gonna qui.

Insomma: non esistono scuse per non godersi le meraviglie dell’inverno in gonna, scongiurando il pericolo freddo e salvando l’amore per la moda, ma soprattutto rispettando i principi di modestia e di femminilità!

Pubblicato da Giulia Bianco

Tradizionalista molesta e reazionaria sfrontata. Leggo libri, bevo vino, scrivo di moda e di bigotte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: